Corsi di formazione sul "modello di distorsione fasciale".                                                           Consulta i corsi in fase di programmazione

fdm: arriva in Italia il "nuovo" modello per la terapia del dolore in medicina manuale

<< Lavorare sulle distorsioni fasciali significa operare localmente provocando reazioni su tutto l'organismo >>

L’fdm (che letteralmente significa modello di distorsione fasciale) è lo straordinario modello terapeutico ideato dal dott. Stephen Typaldos medico e osteopata statunitense.
In Italia l'Associazione fdm si occupa di diffondere, su tutto il territorio nazionale, attraverso l'organizzazione di corsi di formazioni, seminari e convegni monotematici, il modello di distorsione fasciale.
Il "nuovo" modello si basa su due punti cardine fondamentali: l'anatomia del sistema fasciale con le sue possibili distorsioni e la comunicazione non verbale dell'espressione del dolore.

La distorsione fasciale è considerata la causa principale del dolore

A chi si rivolge il "fascial distortion model" [modello di distorsione fasciale]?

<< Dopo il trattamento il miglioramento è istantaneo:il paziente stesso riferisce le differenze ottenute >>

Questo modello è straordinario perchè anzichè seguire una diagnosi classica effettuata con i mezzi soliti ci si basa invece su ciò che vi comunica il paziente. Il modello fdm si rivolge ai medici, agli osteopati, ai terapeuti, ai fisioterapisti.
Vi capita sovente, ad esempio, di trattare gente operata di ernia del disco che continua a presentare sintomi identici a prima dell'intervento? Oppure pazienti con la neuropatia del tunnel carpale o bloccati nella dolorosa condizione delle spalle congelate? Il modello fdm ha lo straordinario vantaggio di dare la possibilità di intervento direttamente laddove il paziente manifesta il dolore, il formicolio, la rigidità.

Il terapeuta "tira" fuori le distorsioni che affliggono il paziente